Monthly Archives: gennaio 2018

Creare app per le aziende

Sono sempre più numerose le aziende e le realtà che si affidano ad un’applicazione specifica per promuovere la propria attività, per comunicare il proprio lavoro e per farsi conoscere nel vasto mondo del web e del mobile web.

Che si tratti di una start-up dedicata al mondo dei fumetti, ad una nuova trovata della sharing economy o di un progetto di alimentazione green, le app la fanno da padrone, diventando uno strumento imprescindibile di vita, condivisione e comunicazione. Quasi tutti, infatti, vivono oggi iperconnessi. Smartphone e tablet hanno accorciato le distanze ed aumentato progressivamente le possibilità di conoscersi, farsi vedere, pubblicizzarsi e trovare potenziali clienti, ma anche di avvicinare nuovi segmenti di mercato o di soddisfare esigenze sempre nuove. Basti pensare a quanti, solo pochi anni fa, avrebbero pensato che sarebbe bastato un click sul telefono per ordinare una pizza o un piatto di lasagne: nessuno, oppure soltanto pochi lungimiranti già attivi nel settore, si sarebbero immaginati una cosa simile, eppure oggi si tratta di una realtà diffusa, praticamente di un dato di fatto.

Allo stesso modo, grazie al web e al mobile web sono cambiate anche le regole di marketing e di pubblicità di un’azienda, un’impresa o un’attività commerciale, spostandosi dalla tradizionale carta stampata – il biglietto da visita, la brochure, il depliant esplicativo – al mondo virtuale, caratterizzato da un diversa velocità di informazione, da nuove esigenze di immediatezza e da una costante richiesta di contenuti aggiornati. Insomma, sono mutate regole e approcci, rendendo necessarie una lunga serie di competenze capaci di rispondere alle nuove esigenze con soluzioni sempre più innovative e di comunicare simultaneamente su più piani: quello visivo, quello di programmazione e quello di semplicità all’utenza.

Ciò ha reso necessaria anche la nascita di figure o realtà professionali ad hoc, capaci di cogliere le nuove sfide e proporsi come interlocutori e supporto per quelle piccole e medie imprese che altrimenti rischierebbero di essere lasciate indietro dall’avanzata sempre più veloce di questi nuovi sistemi. Come? Semplice: con la creazione di app dedicate, che possano posizionare l’impresa anche nel mondo web. Chi crea app per le aziende tiene conto di alcune costanti che vengono poi declinate e ampliate sulla base delle esigenze del cliente:

  • presentazione dell’attività, del team e dei servizi offerti: un’app aziendale deve essere in grado di spiegare all’utenza, in modo chiaro e sintetico, quali siano i suoi punti di forza, le idee alla base dell’attività, un po’ di storia…

  • inserimento di risorse media. Nel mondo del web, un’immagine vale più di mille parole. Per questo motivo, le app aziendali comprendono sempre una sezione “gallery”, dove inserire video, foto o audio inerenti la propria attività. Oltre a mostrare dal vivo cosa si fa, i media servono anche per dare all’utente una maggiore impressione di “corporeità”, sottraendo l’attività presentata agli eccessi di distacco che talvolta caratterizzano il mondo virtuale.

  • Inserimento dei moduli di contatto: in questo modo chiunque sarà in grado, tramite l’app, di contattare l’attività. Si possono inserire contatti mail, pulsanti per chiamate dirette oppure link ad altri siti tramite i quali trovare il vostro.

  • Geolocalizzazione;

  • Promozione dei prodotti o dei servizi dell’azienda;

  • fidelizzazione dei clienti tramite apposite offerte o aree premium dedicate ai clienti più reattivi o affezionati.

  • Integrazione dell’applicazione con il sito già esistente: questo è un aspetto importante, perché permette di potenziare – anziché frammentare – la comunicazione aziendale nel vasto mondo del web.